archivi Categorie: Iniziative

Bartending e Caffetteria, si presenta il corso a Cesena

Corso bartending

Tecniche, materie prime, ma anche comunicazione. Nell’affascinante mondo del bar si intrecciano vari aspetti che rendono il comparto – e la professione – altamente stimolante. Ovviamente non ci si può improvvisare imprenditori nel campo dei pubblici esercizi, tantomeno si può approcciare questo mondo senza un’adeguata formazione. Per questo Fipe Confcommercio Cesenate, in collaborazione con Iscom Cesena, Sun Ice e Icook Taste & Share, ha organizzato il corso “Bartending professionale e Caffetteria”, che verrà presentato lunedì 29 gennaio alle 20,30 da Icook (via Leopoldo Lucchi, 285 a Cesena, adiacente al centro commerciale Montefiore).

Scalda i motori il Sigep 2018

Sarà l´internazionalità il riflesso più abbagliante del prossimo Sigep  2018 (20-24 gennaio, fiera di Rimini). Bussola mondiale per i settori del gelato e dell´arte dolciaria artigianali, il grande Salone di Italian Exhibition Group – il più importante exhibition & convention provider italiano, nato dall´integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza – giunto alla 39° edizione, avrà un respiro sempre più globale grazie anche ad un grande palinsesto di campionati ed eventi.

Capodanno, più italiani al ristorante per il cenone

Capodanno 2017

Si conferma anche a Capodanno il trend positivo già registrato a Natale per quanto riguarda le presenze nei ristoranti del Bel Paese durante le festività. Secondo i dati della Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi, infatti, 6,2 milioni di italiani (il 12,3% della popolazione maggiorenne) si recheranno in un ristorante la sera del 31 dicembre per il cenone di San Silvestro.

Gualtiero Marchesi, l’Italia perde un grande maestro

Gualtiero Marchesi

La cucina italiana perde il suo grande maestro. Si è spento nella sua Milano Gualtiero Marchesi, chef, uomo di cultura, imprenditore. Un simbolo dell’Italia. Aveva 87 anni ed era titolare del ristorante ‘Il Marchesino’, aveva ricevuto numerosi riconoscimenti e onorificenze. Il decano degli chef aveva lasciato nell’ottobre scorso il rettorato di Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana dove si insegna il mestiere del cuoco e del pasticcere.

Qui Zero Spreco, ecco come non sprecare cibo al ristorante

Qui Zero Spreco Cesena

Le tavole imbandite sono uno dei momenti più attesi delle feste. Ma cosa succede ai cibi avanzati? Per ridurre i rifiuti e gli sprechi alimentari, lo scorso ottobre il Comune di Cesena ha avviato il progetto Qui Zero Spreco. E’ rivolto a ristoranti e mense con l’idea di cambiare la destinazione degli avanzi e delle eccedenze alimentari, evitando che finiscano nel bidone della spazzatura. E il periodo delle Festività, durante il quale sono più frequenti pranzi e cene fuori casa, può essere l’occasione propizia per sperimentare l’utilizzo delle doggy bag.

Pranzo di Natale, ecco cosa faranno gli italiani

Pranzo di Natale

Più italiani al ristorante, più ristoranti aperti. Ecco due tra le principali evidenze messe in luce da Fipe in merito alle presenze previste nei ristoranti e locali pubblici il prossimo 25 dicembre. L’indagine condotta dall’Ufficio Studi della Federazione in collaborazione con Format Research su un campione rappresentativo ha rilevato che quest’anno il 9,4% degli italiani (era il 9,2% nel 2016) sceglierà di consumare il tradizionale pranzo di Natale in ristoranti, osterie, trattorie e altri esercizi pubblici.

A Cesena il corso Bartending professionale

bartending

A Cesena torna la formazione di alto livello dedicata alla figura del barista-barman con il nuovo Corso di Bartending professionale. Il percorso di formazione professionale per baristi (banconieri) e barman (bartender) si terrà a partire dal 15 gennaio negli spazi di ICook Taste & Share: un totale di sette lezioni per imparare i segreti del mestiere dal padre dei barman italiani, Peppino Manzi, che guiderà il corso assieme ad Angelo Malossi (presidente della Fipe Confcommercio Cesenate) e ad Artes Rossi (esperto del settore).

Pizza, l’Unesco premia l’Arte del pizzaiuolo napoletano

pizza unesco

La pizza napoletana diventa ufficialmente Patrimonio dell’Umanità. Anzi, per essere precisi, il riconoscimento viene attribuito all’Arte del pizzaiuolo napoletano.  Si pone l’accento, quindi, non solo su un mestiere tutto italiano, ma anche su una tradizione culturale e professionale che, negli anni, ha fatto scuola in tutto il mondo.