archivi Categorie: Cosa succede in città

Dpcm, ristoratori cesenati in piazza a Bologna

“Vestiti di di nero a lutto, seduti a terra come a terra ci ha buttato il Dpcm del Governo, con tovaglie imbandite sul selciato con cartelli che segnalano la categorie di provenienza, ristorante, bar, osteria, birreria e la richiesta di poter tornare a beneficiare del diritto di lavorare senza limiti e tagli. Ecco la nostra manifestazione di questa mattina a Bologna in piazza maggiore”.

Nuovo Dpcm, le misure per i pubblici esercizi

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha illustrato le misure disposte dal nuovo Dpcm, firmato sabato notte dal Premier e dal ministro Speranza, e pubblicato domenica 25 ottobre in Gazzetta Ufficiale. Il provvedimento entrerà il 26 ottobre e le disposizioni contenute rimarranno valide fino al 24 novembre.

Locali e ristorazione scendono in piazza

Mercoledì 28 ottobre alle 11.30 i gestori dei Pubblici esercizi occuperanno le piazze di 10 città. Un’iniziativa organizzata da Fipe – Confcommercio per ricordare il valore economico e sociale del settore e chiedere alla politica un aiuto per non morire.

Non uccidere i pubblici esercizi

Come Fipe baristi e ristoratori Confcommercio l’abbiamo detto subito: l’emergenza sanitaria e quella economica e sociale sono legate insieme e vanno affrontate, ciascuna con gli strumenti che servono, in maniera unitaria.

Cesena, la difficile ripresa delle attività: se ne parla a Teleromagna

Pandemia e ripresa convivono dopo il lockdown. Finita l’estate, però, la curva dei contagi di Covid-19 torna a salire: le attività commerciali e i pubblici esercizi hanno bisogno di sostegno. Cosa fare? Se ne parlerà giovedì 15 ottobre alle 21,15 su Teleromagna, durante una puntata di Vox Populi, il format promosso da Confcommercio Cesenate.

Chiusura alle 24? Un controsenso. Fipe dice no


“La chiusura dei locali alle 24 è un provvedimento che non ha senso. Perché si può stare seduti in un locale, con il rispetto dei distanziamento, dalle 23 alle 24 e poi non ci si può stare dalle 24 all’1? E poi perché si dice che si vieta di permanere fuori dai locali quando il divieto di assembramento è già previsto? La verità è che con questo provvedimento per moltissimi locali non avrà più senso aprire”. E’ la tesi di Fipe Confcommercio bar, pubblici esercizi e ristoranti espressa dai due presidenti cesenati Angelo Malossi (bar) e Vincenzo Lucchi (ristoranti) sull’ultimo Dpcm del governo.

Le lettera del presidente Fipe al mondo dei pubblici esercizi

Il mondo dei pubblici esercizi sta vivendo una fase difficile: il lockdown è stato un colpo pesante per il settore, la successiva ripresa è stata complicata e ora la seconda ondata di contagi Covid-19 e le relative misure prese e annunciate dal Governo preoccupano la categoria. A seguire la lettera che il presidente nazionale di Fipe Confcommercio, Enrico Stoppani, ha inviato agli operatori del comparto.

Osteria da Paco, prestigioso riconoscimento

Al Gran Premio internazionale della ristorazione esultano cinque attività del Cesenate, tra cui l’Osteria Paco, associata a Fipe Confcommercio.